Category Archives: Senza categoria

Il torneo finale

Sabato 18 maggio 2019 presso il campo di rugby di Pescara (Ex Gesuiti) ha avuto luogo la fase finale del progetto Erasmus+ “Kids in touch” con la realizzazione di un mini torneo internazionale che ha visto scendere in campo le squadre dell’Istituto Comprensivo di Spoltore, della scuola secondaria di primo grado “Antonelli” di Pescara e del College Saint Vincent di Soignies (Belgio).

Complice una inaspettata mattinata di sole, i giovani atleti, ormai “di casa” presso lo stadio dove si allena il Pescara Rugby organizzati in squadre miste (per età, sesso e nazionalità) si sono sfidati , sotto la guida del coach Paolo Baiocchi coadiuvato da Fabrice Ferretti, dai coaches belgi  e da giovani atleti del Pescara Rugby, in una maratona sportiva che li ha visti impegnati dalle 9,30 del mattino fino alle 12,30 circa quando, stanchi, accaldati ed affamati hanno assaltato i locali della club house per un terzo tempo degno delle migliori tradizioni rugbistiche e culinarie di casa nostra.

I genitori dei ragazzi coinvolti nel progetto (atleti, ma anche famiglie ospitanti alle quali va ancora oggi tutta la nostra riconoscenza per il supporto dato) e gli organizzatori del Pescara Rugby hanno dato vita ad un luculliano banchetto che ha riunito in un grande momento di festa e condivisione quasi un centinaio di persone.

Nella fase conclusiva della giornata il Dirigente Scolastico dell’IC Spoltore Bruno D’Anteo ha voluto congedare ufficialmente tutti gli atleti consegnando loro un attestato di partecipazione al progetto e alcuni gadgets come ricordo dell’esperienza appena conclusa : una maglietta appositamente realizzata con il contributo della Quality Service (già sponsor della mobilità in Portogallo) il cui logo è stato realizzato dai ragazzi dell’IC Spoltore e occhiali e portachiavi gentilmente offerti dal Pescara Rugby.

Il clima di festa è poi continuato per tutti fino all’indomani, giorno in cui tra lacrime e abbracci, i ragazzi del Belgio ed i loro professori hanno ripreso il volo che li ha riportati a casa, carichi di bei ricordi e di una esperienza umana che siamo certi lascerà a lungo il segno.

Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita di queste intense giornate: genitori, Dirigenti scolastici, colleghi, allenatori, organizzatori, amministrazione comunale, tutti uniti e tesi al raggiungimento di un unico obiettivo: il benessere dei ragazzi attraverso il gioco, lo spirito di squadra, l’inclusione e lo scambio di esperienze ed emozioni.

News dal Meeting finale

Un momento del Meeting finale nella Sala Consiliare del Municipio di Spoltore

Lo scorso 17 maggio nella Sala Consiliare del Municipio di Spoltore, alla presenza di tutti i partners, si è svolto il Meeting finale del Progetto Kids In Touch.

L’incontro è stato solo uno dei momenti di quattro giorni densi di appuntamenti e di incontri, sia tra i partners, sia tra i ragazzi che hanno partecipato al Progetto, che hanno potuto continuare ad allenarsi sul campo, seguiti dai trainers delle diverse scuole.

Il Meeting è stata l’occasione per presentare alla cittadinanza ed alle famiglie i risultati del lavoro svolto.

Dopo il saluto istituzionale del vice Sindaco di Spoltore Chiara Trulli, ognuno dei partners ha illustrato il contenuto tecnico e metodologico della esperienza condotta in ciascuno dei Paesi coinvolti.

Il Programma del Meeting prevedeva infatti una scaletta densa di interventi, guidati dalla moderatrice Roberta Rullo, Assessore Pubblica istruzione, politiche giovanili e cultura del Comune di Spoltore.

Nei prossimi giorni, sulle pagine di questo sito, verranno pubblicati gli atti ed i documenti prodotti dai partners e un resoconto completo dell’incontro.

Il primo numero della Newsletter

E’ uscito il primo numero della Newsletter del progetto Kids In Touch, nella quale vengono descritti i principali contenuti dell’iniziativa, presentati i partners di Progetto ed evidenziate le tappe dello svolgimento del lavoro compiuto da Gennaio 2018 ad oggi.

La Newsletter sarà un importante strumento di comunicazione anche delle tappe future, a partire dal resoconto del Meeting finale del prossimo 17 maggio a Spoltore. Nei prossimi numeri, infatti, troverà posto l’illustrazione dei risultati tecnici, scientifici e pedagogici del lavoro svolto sul campo e dei principali momenti di socializzazione e aggregazione nei territori dei tre Paesi partner.

Clicca qui o sull’immagine per scaricare la Newsletter in formato pdf.

Schermata 2019-05-14 alle 18.02.56.png

Il Programma del Meeting finale

Il prossimo 17 maggio 2019 alle ore 16 si terrà, presso la Sala Consiliare del Municipio di Spoltore, il Meeting finale del Progetto Erasmus+Sport Kids In Touch, durante il quale verranno restituiti i principali risultati del Progetto.

A questo link è possibile scaricare il Programma dell’incontro.

Il Meeting sarà inoltre occasione per i partners e per i ragazzi dei diversi Paesi coinvolti di rivedersi, incontrarsi e tornare sul campo e proseguire le esperienze di allenamento e gioco che hanno caratterizzato l’intero Progetto.

PHOTO-2019-05-07-15-26-59.jpg

17 maggio 2019: il Meeting finale

Schermata 2019-05-09 alle 14.21.43.pngSi terrà il 17 maggio prossimo, presso la sala Consiliare del Municipio di Spoltore (PE), il meeting conclusivo del Progetto “Kids In Touch” nel corso del quale saranno presentati e discussi i risultati raggiunti nel corso degli oltre 18 mesi di svolgimento delle attività. L’importante appuntamento, fissato per le ore 16.00, vedrà la partecipazione di tutti i soggetti coinvolti dal Progetto e sarà l’occasione per presentare alla comunità locale gli esiti di un Progetto innovativo dal grande valore sociale.

Finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del Programma Erasmus+ Sport, il Progetto “Kids In Touch” è stato attuato sotto il coordinamento dell’Istituto Comprensivo Statale di Spoltore ed ha visto la partecipazione di partner di istituzioni scolastiche e sportive locali, (la società OLD Pescara Rugby ASD), ed europee, quali Be You – Centro de Inciativas Desportivas (Portogallo) ed il Collège Saint-Vincent – Soignies (Belgio).

Il nome del Progetto fa riferimento ad una particolare disciplina sportiva derivata dal rugby (il touch rugby) che pur rispettando le classiche regole del gioco, non prevede contatti e scontri fisici tra i partecipanti.

Il Progetto ha visto il coinvolgimento dei ragazzi di entrambi i sessi tra i 6 ed i 14 anni delle scuole coinvolte con l’obiettivo di valorizzare l’aspetto socializzante ed inclusivo tipico del gioco di squadra. L’attività sportiva del Touch Rugby è considerata infatti un efficace mezzo d’inclusione relazionale e sociale per tutti i ragazzi in modo particolare per quelli che presentano difficoltà di apprendimento o comportamentali.

Oltre allo svolgimento delle attività sportive previste, è stata sviluppata un’importante attività di studio e ricerca-azione per la valutazione delle ricadute positive del Progetto sui ragazzi con difficoltà e sull’intero gruppo, in termini di comportamento, motivazione, inclusione. L’attività di osservazione è stata svolta da docenti, allenatori federali e famiglie si avvale della collaborazione della Neuropsichiatria Infantile della ASL di Pescara, che durante tutto lo svolgimento del Progetto, ha stilato delle schede di osservazione basata sul modello internazionale ICF, uno standard elaborato dalla Organizzazione Mondiale della Sanità per valutare i livelli di funzionalità e disabilità.

Coimbra International Meeting

From 21st to 24th February the international meeting of the Erasmus + KIT Kids In Touch project was held in Coimbra (Portugal). Representatives of the various partners involved in the project participated in the meeting.

During the three intense days of work the boys of different nationalities were able to train and play together.

Below is a video summary of the initiative and the three-day program file.

Partecipazione al Trofeo CONI Kinder+Sport 2018

KINDER CONI.jpgNei giorni dal 20 al 23 settembre 2018 si è svolta a Rimini la Quinta Edizione del Trofeo CONI Kinder+ Sport 2018, la più grande manifestazione sportiva in Italia Under 18, che ha coinvolto circa 3300 atleti di 45 discipline sportive.

Alla kermesse sportiva ha partecipato la squadra di touch rugby dei ragazzi della scuola secondaria dell’Istituto Comprensivo Statale di Spoltore, già impegnata nel progetto Erasmus+ “Kids in touch”, finanziato dalla Commissione europea e finalizzato allo sviluppo delle capacità relazionali e sociali legate al gioco di squadra, al rispetto delle regole e all’inclusione.

I giovani atleti, accompagnati dalla Professoressa Mariella Suriani, si sono misurati con le altre squadre affiliate alla FIR (Federazione Italiana Rugby), cimentandosi nel “flag” o “tag”, una variante del touch rugby, e come tale totalmente privo di contatto, che viene giocato indossando all’altezza della vita una cintura di velcro alla quale sono legate due nastri al di sopra delle anche.

Classificandosi 14esimi su 21 squadre, i ragazzi hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa, sottolineando ancora una volta il potere aggregante dello sport e l’alto valore educativo del rispetto delle regole del gioco.

Si parte: gli allenamenti

TOUCH8La prima azione del progetto è stata l’avvio degli allenamenti sul campo per i ragazzi coinvolti.

Dal mese di gennaio 2018 e fino alla chiusura della scuola seguendo il calendario scolastico la squadra composta da alunni delle classi prime seconde e terze più un alunno della scuola primaria, ha effettuato un allenamento settimanale il sabato mattina, presso il campo sportivo di Spoltore;

Guidati dal coach Carlo Centofanti e supportati dalla Prof.ssa Mariella Suriani il gruppo misto di ragazzi e ragazze si è cimentato con la pratica del touch rugby dimostrando da subito grande entusiasmo e spirito di squadra, senso dell’inclusione e del fair play.

Il gruppo si è attestato nel tempo con una presenza stabile di circa 15 giocatori

Durante questo periodo inoltre è stata realizzata l’attività di disseminazione nelle scuole del territorio con incontri tra squadre di altre scuole (Maggio 2018 doppio incontro con la scuola Delfico di Montesilvano), ed è sviluppata l’attività di rilevazione in itinere mediante schede di osservazione anonime su base ICF (rielaborate ed adattate dal Dott. Renato Cerbo, Direttore della Neuropsichiatria infantile dell’AUSL di Pescara)  compilate da  docenti, allenatori, insegnanti (due rilevazioni: una iniziale ed una intermedia)

Le differenti tipologie di schede rispondono alla necessità di osservare nel tempo i componenti della squadra da differenti punti di vista e in differenti contesti.

Si parte: il Kick – Off Meeting

Il Kick-Off Meeting è stato il momento in cui tutti i partners del Progetto si sono incontrati per la prima volta ed hanno dato avvio ufficiale alle attività previste dal Programma dei lavori.

L’incontro si è svolto nei giorni 13 e 14 febbraio del 2018 presso l’Istituto Comprensivo Statale a Spoltore.

Le giornate sono state articolate nel seguente modo:

13 febbraio mattina: accoglienza delle delegazioni da parte del Dirigente Scolastico, delle autorità e dell’orchestra dell’IC Spoltore, che si è esibita in una breve performance musicale (particolarmente apprezzata l’esecuzione dell’inno dell’Unione Europea).

Visita alla scuola; visita del Borgo di Spoltore con la guida turistica dei principali momenti effettuata in lingua dagli alunni delle classi terze. Durante la pausa pranzo è stato consumato un lunch presso l’aula magna della scuola.

13 febbraio pomeriggio: Riunione tecnica  alla presenza del Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Spoltore, dei docenti coinvolti nel progetto, dei Dirigenti del Pescara Rugby, del Direttore della Neuropsichiatria infantile Dott. Cerbo, della Dott.ssa Antonia Castellani della società Skill Up durante il quale vengono condivise le attività da svolgere, le esigenze organizzative e le mobilità future.

14 febbraio mattina: la squadra di Spoltore ha fatto un allenamento dimostrativo alla presenza dei coach di belgio e portogallo, i quali sono scesi in campo ed hanno partecipato al training condividendo e socializzando col nostro coach i diversi approcci sportivi ed educativi.